Cosenza: vessavano imprenditore, arrestati due presunti usurai


Avrebbero costretto la loro vittima, un piccolo imprenditore di Castrolibero, alle porte di Cosenza, a fuggire in un’altra città, a causa delle loro pressanti minacce e richieste di denaro. Ma loro avrebbero continuato a minacciare la moglie e i figli, tra cui due minori. E sono stati poi i ragazzi a raccontare tutto ai carabinieri. Massimo e Alessandro Del Popolo, entrambi pregiudicati, sono stati arrestati dai carabinieri per usura aggravata e tentata estorsione. Ad un loro familiare è stato invece notificato un obbligo di dimora. Tutto parte dalla crisi che attraversava l’attività dell’imprenditore, nel marzo del 2011, che si è visto poi costretto a chiedere dei prestiti ai due, partendo da circa 4000 euro. I prestiti sono aumentati, e così anche gli interessei, che hanno superato il 10% mensile. Alla fine l’imprenditore, che ha pagato per più di un anno, non ce l’ha fatta più. Ed è scappato fuori città. I militari hanno intuito cosa potesse aver scatenato le continue liti. E hanno indagato fino ad arrivare a scoprire la triste storia.

Potrebbero interessarti anche...