Cosenza: un monumento per ricordare Sergio Cosmai

Con una toccante cerimonia, la città di Cosenza si è riappropriata della sua memoria. Il sindaco, Mario Occhiuto, insieme al prefetto, Raffaele Cannizzaro, ed all’Arcivescovo, S.E. Mons. Salvatore Nunnari, ha scoperto un monumento dedicato a Sergio Cosmai, il direttore del carcere di Cosenza ucciso da un commando ‘ndranghetista nel marzo del 1985. Il monumento, progettato dall’artista cosentino Maurizio Orrico, è costituito da tre grandi ombre, con le mani a forma di pistola e circondate, in basso da un serpentone di parole di grande attualità e quasi profetiche, scritte dallo stesso Cosmai in un diario del 1965, ritrovato dalla moglie. L’amministrazione comunale, rispettando la promessa fatta alla famiglia lo scorso anno, ha trasformato, dunque, in luogo simbolo una rotatoria a pochi metri da dove è stato commesso il barbaro assassinio. Alla cerimonia ha partecipato tutta la famiglia Cosmai: madre, figlia, figlio e nipotino di appena due mesi.

Potrebbero interessarti anche...