Cosenza: truffe, falsi eredi per indennità Inps, arresti e sequestri

La fantasia certo non mancava ad un quarantasettenne di Cassano Ionio, Domenico Martino, ex dipendente dell’Inps, adesso sospeso, che avrebbe orchestrato una ingegnosa truffa ai danni dell’istituto di previdenza, insieme ad alcuni complici. L’uomo avrebbe letteralmente inventato centinaia di falsi eredi di persone decedute, per incassarne varie indennità, tra cui quella di accompagnamento. Per questo i finanzieri hanno sequestrato beni proprio per 5 milioni di euro. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno portato all’arresto di cinque persone. Altre sei sono state sottoposte all’obbligo di firma, nel corso dell’operazione che è stata denominata “Easy Allowance”, ovvero “facile indennità”. Le pratiche falsificate sarebbero in tutto 615. Il denaro veniva incassato attraverso numerosi conti correnti intestati a decine di persone inesistenti. Il certosino lavoro d’indagine ha coinvolto 21 diverse procure, centinaia di comuni e varie aziende sanitarie. E sono stati esaminati oltre 500 conti bancari e postali. La stessa truffa è stata posta in essere anche a Napoli, da un ex dipendente Inail. Che però è riuscito a sottrarre solo 200.000 euro.

Potrebbero interessarti anche...