Cosenza: truffe e peculato, arrestati tre professionisti


I Carabinieri di Cosenza hanno arrestato tre persone, accusate di associazione a delinquere, truffa e peculato. Si tratta di Giuseppe Carotenuto, 52 anni, presidente di una cooperativa di garanzia fidi e capogruppo nel Consiglio provinciale di Cosenza di Calabria Riformista, formazione del centrodestra, Gianfranco Vecchione, 52 anni, che ha ricoperto ruoli dirigenziali nella cooperativa, e Giovanni Falanga, 56 anni, commercialista e impegnato in un altro consorzio di garanzia fidi. I consorzi fanno da garanti presso le banche per la concessione di fidi alle imprese e alle vittime dell’usura. Secondo l’accusa, i tre si sarebbero appropriati di una parte dei finanziamenti ricevuti dalle aziende, gestendo la concessione delle garanzie in maniera clientelare. E con documentazione falsificata, avrebbero fatto avere finanziamenti ad aziende che non ne avevano diritto. Le indagini sono iniziate a seguito di segnalazioni pervenute dal Ministero delle Finanze e riguardano l’utilizzazione, negli anni 2009 e 2010, dei fondi antiusura, previsti dal Ministero dell’Economia per le piccole e medie imprese che hanno un elevato rischio finanziario. I Carabinieri hanno anche eseguito perquisizioni nelle abitazioni di alcuni dirigenti di banche cosentine.

Potrebbero interessarti anche...