Cosenza: traffico di farmaci dopanti e truffa, arrestato farmacista


Il sequestro di una farmacia e due persone finite ai domiciliari: questo il bilancio di un’operazione dei carabinieri del Nas, che hanno arrestato Antonio Verre, farmacista di Sant’Ippolito, a Cosenza, e il presidente di un’associazione dilettantistica di ciclisti, Aldo Tarditi, con l’accusa di commercializzazione illecita di farmaci dopanti e truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale. La truffa ammonterebbe ad oltre 700.000 euro. Nell’inchiesta aperta dalla procura di Cosenza risultano indagate altre 5 persone. Si tratta di un medico di base, fratello del farmacista, a cui risalgono i ricettari con cui venivano prelevati i farmaci, una dipendente della farmacia, accusata di esercizio abusivo della professione sanitaria, e tre ciclisti dell’associazione, accusati di aver acquistato ed utilizzato illecitamente i farmaci dopanti. Stigmatizzato, nel corso della conferenza stampa, come sia antisportivo utilizzare simili sostanze.

Potrebbero interessarti anche...