Cosenza: termina la seconda parte di Invasioni

È calato il sipario sulla seconda parte di “Invasioni a Cosenza 2011”, il grande evento dell’estate cosentina che, dopo le “Notti al Mab”, ha visto protagonista il centro storico della città bruzia. L’evento clou della penultima serata ha visto di scena il concerto della rock band “Marlene Kuntz”. Sul palco di Piazza XV Marzo, la band, tra le più apprezzate e seguite della scena rock italiana, ha catalizzato l’attenzione e l’entusiasmo di migliaia di giovani.
L’ultima serata, è iniziata a Piazza dei Valdesi con il concerto della “Spasulati Band”, un bellissimo esempio di contaminazione a 360 gradi. Il concerto dal nome altisonante, Etno Sound Festival, è stato un vero e proprio festival nel festival, con il quale “Invasioni” ha segnato il passaggio tra la prima parte del cartellone di luglio e quella che andrà avanti anche nel mese di agosto. La finalità della proposta musicale è stata quella di avvicinare il pubblico di Invasioni alla conoscenza degli strumenti tipici della musica etnica e a tutte le storie popolari della nostra terra. Nella seconda parte della serata l’attenzione si è spostata nella suggestiva cornice di Palazzo Arnone per lo spettacolo di “Libero Teatro”, “Epos 2.0”, diretto e interpretato dall’attore cosentino Max Mazzotta e tratto dall’Odissea di Omero e da alcuni testi di William Shakespeare. Adesso l’attenzione si sposterà, fino al 3 settembre, negli altri quartieri per dare vita a tutta la città di Cosenza, per troppo tempo dormiente e abbandonata.

Potrebbero interessarti anche...