Cosenza: successo per lo spettacolo “Amore Sbarrato”


E’ iniziato così, con i primi versi dell’Inferno della Divina Commedia, l’atto unico “Amore Sbarrato”, interpretato dagli ospiti della Casa Circondariale di Cosenza. La suggestione delle musiche e delle proiezioni multimediali fanno da cornice ad una scenografia essenziale. Sono sette i detenuti in scena, che raccontano una giornata di ordinaria quotidianità in cui c’è tanto posto per i ricordi ed i rimpianti. La triste routine viene interrotta dall’arrivo di un attore che propone un laboratorio teatrale, accolto all’inizio con molta diffidenza. Ma alla fine l’entusiasmo contagia tutti. Il finale dà anche un grande messaggio: l’amore è solo amore. L’amore sbarrato non esiste: è semplicemente un atto unico teatrale. La tristezza della detenzione lascia dunque il posto alla speranza. La rappresentazione, che era iniziata con la lettura del primo canto dell’Inferno, si chiude con gli ultimi versi del Paradiso. I tanti applausi, la standing ovation finale e la targa consegnata dal sindaco, Mario Occhiuto, concludono una serata in cui Cosenza ha scritto una bella pagina di civiltà e di cultura.

Potrebbero interessarti anche...