Cosenza: Sgarbi e l’icona della Madonna del Pilerio


La Cattedrale di Cosenza è davvero affollata per il tradizionale appuntamento organizzato dall’Amministrazione comunale in onore della Patrona della Città, la Madonna del Pilerio, che dà il via ai festeggiamenti che si concluderanno in forma solenne il 12 febbraio. La serata inizia con un lungo ed emozionante applauso del pubblico rivolto al sindaco Mario Occhiuto, nel momento in cui indossa la fascia tricolore. Quest’anno l’evento “Mater Misericordiae” ha un ospite d’eccezione: Vittorio Sgarbi, che legge l’icona non solo da un punto di vista artistico. La lectio di Sgarbi è stata preceduta dall’esecuzione dell’Ave Maria di Caccini, affidata al tenore Stefano Tanzillo e all’accompagnamento degli archi del “Rendano”. Inizia poi una personalissima dissertazione senza rete del critico d’arte, divisa in due parti e inframezzata dall’esibizione dell’ensemble di archi del Teatro “Rendano” e dalla premiazione dei “Costruttori di Pace”. La “Mater Misericordiae” custodita nella cappella del Duomo di Cosenza è per il critico d’arte “un capolavoro, anche se di autore ignoto, ma di altissima qualità esecutiva”.

Potrebbero interessarti anche...