Cosenza: sequestrati 500.000 vestiti e maschere di carnevale


La guardia di finanza di Cosenza ha sequestrato oltre 500.000 vestiti e maschere di Carnevale, destinati alla libera vendita, carenti dei contenuti informativi e pericolosi per il consumatore. L’operazione, denominata “China-Carnival”, ha permesso di individuare alcune società, gestite da persone di nazionalità cinese, che mettevano in vendita articoli pericolosi, provenienti dall’area asiatica. I finanzieri cosentini hanno individuato migliaia di capi ed accessori d’abbigliamento da utilizzare per i travestimenti di Carnevale, quali maschere veneziane e di personaggi di fantasia, parrucche e vari altri prodotti destinati alla vendita, in violazione delle prescrizioni di sicurezza e trasparenza a tutela del consumatore. Gli articoli di Carnevale, destinati prevalentemente ai consumatori più giovani, sono risultati potenzialmente pericolosi perchè gli acquirenti, indossandoli, sarebbero stati esposti al rischio di contrarre infezioni cutanee o altre malattie dermatologiche. I legali rappresentanti delle società coinvolte sono stati denunciati.

Potrebbero interessarti anche...