Cosenza: sequestrate armi, erano nel museo di Palazzo Arnone


I carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza hanno sequestrato 70 armi, di vario tipo e genere, individuate nei locali della Galleria Nazionale di Cosenza di Palazzo Arnone, all’interno di tre casse semiaperte ed incustodite. Si tratta di pistole, fucili, mitragliatori, sciabole e attrezzi vari, ceduti nel 2006 al Museo delle Armi, Divise e Decorazioni dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Ma alcune armi non risultano censite e di altre non c’e’ piu’ traccia. Inoltre non risulta traccia dei documenti di trasferimento al museo cosentino. E’ stata la Soprintendenza a segnalare la presenza, in un locale deposito di Palazzo Arnone, di alcuni scatoloni sospetti. Alcune delle armi, ad avancarica, non sono pericolose. Altre, come alcuni fucili, sono ancora funzionanti. Le ipotesi di reato per cui si procede, a carico di ignoti, vanno dal furto aggravato, all’uso improprio di beni culturali ed alla detenzione illecita di armi comuni da sparo e da guerra.

Potrebbero interessarti anche...