Cosenza, “Salus Fest”, concluso il festival del benessere


Con un apprezzato convegno incentrato sulla dieta mediterranea, si è conclusa la tre giorni dedicata alla salute e al benessere, promossa dal Comune di Cosenza. Un vero e proprio festival, denominato appunto “Salus Fest”, che sarà certamente ripetuto e che potrebbe diventare uno dei brand della città dei Bruzi, come ha affermato lo stesso primo cittadino, Mario Occhiuto, che ha personalmente partecipato a tutti gli incontri e ha ufficialmente candidato Cosenza a “città della salute”, grazie anche ai prossimi interventi sul tessuto urbano, che si arricchirà di un vero e proprio parco-benessere e di una lunga pista “ciclopolitana”. La giornata domenicale ha offerto anche la possibilità, accolta da centinaia di cittadini, di partecipare ad una vera e propria “passeggiata della salute”, che ha attraversato tutta la città. L’associazione CosenzAcuore ha poi consegnato 12 defibrillatori e 100 corsi di BLS-D alle scuole cosentine. Ma nei giorni precedenti il festival ha proposto incontri sulla situazione della sanità calabrese, con esperti locali e nazionali che hanno trattato anche temi ostici e controversi, come quello del piano di rientro dal deficit sanitario, che condiziona da anni la sanità calabrese; e ancora, incontri sulle politiche urbane per la salute dei cittadini, i corretti stili di vita, l’alimentazione, la prevenzione e la diagnosi, lo sport e il volontariato. Il tutto grazie ad esperti dell’Azienda Ospedaliera e dell’ASP di Cosenza, dell’Ordine provinciale dei Medici e degli Psicologi, della F.I.M.M.G. Calabria, del CONI e della FISDIR, che hanno patrocinato l’evento insieme ad ANCI, Regione Calabria e Provincia di Cosenza, solo per ricordarne alcuni. Nel corso della manifestazione è stato dedicato molto spazio anche ai più piccoli, con un bellissimo spettacolo teatrale sulla sana alimentazione. Visitatissimo il “Villaggio della salute”, allestito nella Villa Vecchia, dove è stato possibile donare il sangue, assistere a dimostrazioni di primo soccorso ed avere consulenze, screening ed esami gratuiti nel campo cardiocircolatorio, andrologico, dermatologico, oncologico ed oculistico. E proprio grazie ad uno screening gratuito, un giovanissimo studente ha scoperto di soffrire di diabete ed è stato, per le sue condizioni, ignote anche alla sua famiglia, subito portato, per approfondimenti, all’ospedale di Cosenza. Ma nel “Villaggio della salute” c’era anche uno spazio dedicato alle attività sportive ed uno per i laboratori di cucina e la degustazione di prodotti a chilometro zero. L’evento, ideato da Maria Teresa De Marco, Presidente della Commissione Sanità del Consiglio comunale di Cosenza, ha anche ricevuto i complimenti di Roberto Pella, vice presidente vicario dell’Anci, che ha dato, nel corso della sua partecipazione, un importante annuncio: “la prossima settimana saremo a Houston ad un convegno con i 15 sindaci più importanti del mondo – ha detto Pella – e nel mio intervento in assemblea plenaria io parlerò anche di Cosenza, testimonianza di come in Italia siamo all’avanguardia sulle tematiche che oggi stiamo affrontando”. L’organizzazione del “Salus Fest” è stata curata da Orsa Marketing & Comunicazione, con la collaborazione di diversi studenti impegnati nel percorso di alternanza scuola-lavoro.

Ufficio Stampa

Potrebbero interessarti anche...