Cosenza: rifiuti, si teme l’emergenza


Fuori, gli ambientalisti che continuano a negare la possibilità di un inceneritore o di nuove discariche. Dentro, il Prefetto, Raffaele Cannizzaro, e il Commissario regionale all’emergenza ambientale, Graziano Melandri, discutono invece con i comuni dell’hinterland cosentino per una paventata e nuova emergenza che sarebbe alle porte. La discarica di Pianopoli, nel lametino, è ormai colma. Nel cosentino, Rossano, San Giovanni in Fiore, Cassano Ionio e Castrolibero non sarebbero in grado di accogliere altri rifiuti. E se la raccolta funziona, e si comincia seriamente a fare anche quella differenziata, è poi al momento del conferimento in discarica che il sistema si blocca. Sembra allora che la strada migliore sia tornare ad una gestione ordinaria: i comuni potrebbero così mettersi d’accordo tra di loro, senza dover sottostare ad odiose imposizioni, se pur necessarie, del Commissario, che vengono sempre vissute con animo bellicoso. La soluzione sarebbe stata trovata in una sorta di turnazione per il conferimento dei rifiuti nelle diverse discariche.

Potrebbero interessarti anche...