Cosenza: ricordato il pilota d’aviazione Mario Martire


La figura del cosentino Mario Martire è stata ricordata sabato 8 novembre, al termine di una manifestazione promossa dalla sezione cosentina dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport e dal Coni e patrocinata dal Comune di Cosenza. Mario Martire, pilota dell’aviazione, discendente da una famiglia di eroi e letterati di Pedace, fu arrestato dalle SS il 9 maggio del 1944, a seguito della delazione di una spia fascista, e fu deportato nel lager austriaco di Mathausen, dove trovò la morte nel 1945. Nell’occasione della celebrazione a lui dedicata, è stata anche scoperta una stele sul ponte che porta il suo nome. Sulla stele sono scolpiti i versi che a lui dedicò il cosentino Giovanni Formoso, figura di sportivo a 360 gradi, scomparso nel 1982 e padre del consigliere comunale Luigi Formoso. Giovanni Formoso fu, tra l’altro, cronometrista nazionale, ginnasta, Presidente regionale degli ufficiali di gara del ciclismo, Vice Presidente dei veterani dello sport, giudice di gara della Fidel, stella d’argento al merito sportivo e Vice Presidente del Comitato regionale della Federazione ciclistica italiana nel 1975. La manifestazione ha compreso una giornata di aggiornamento medico, sul tema “Attività fisica e longevità”. Consegnato anche il Premio “atleta dell’anno”, attribuito dall’Unione Veterani dello sport alla cosentina Laura Bilotta, campionessa europea di tuffi.

Potrebbero interessarti anche...