Cosenza: rapina a gioielleria, presi ma rilasciati i 2 presunti autori


Sono stati presi dopo poche ore, i due presunti responsabili della rapina che, stamattina, è stata perpetrata ai danni di una gioielleria di Corso Mazzini, a Cosenza. Si tratta di due fratelli di Castrolibero, di 24 e 28 anni, già noti alle forze dell’ordine. I due avrebbero assaltato una gioielleria, armati di coltello e taglierino. Una volta all’interno, uno dei due rapinatori ha bloccato la titolare strattonandola ad un braccio e puntandogli il coltello alla gola. Il malvivente ha strappato dal collo della donna le chiavi delle vetrine che contenevano i preziosi. Durante la colluttazione, sia la donna che il rapinatore sono rimasti feriti ad una mano. Poi i malviventi si sono dileguati con la refurtiva, lasciando la donna in stato di shock e con una ferita sanguinante alla mano destra. Dopo la visione delle riprese delle telecamere è stato subito diffuso un identikit dei due, che sono stati rintracciati all’ora di pranzo in via Popilia da una “gazzella” dell’Arma, che li ha fermati dopo un breve inseguimento. I due erano a bordo di un’auto e si sarebbero anche cambiati d’abito. Parte della refurtiva è stata recuperata poco distante dalla gioielleria, ancora intrisa di sangue della mano ferita del rapinatore. Ma il loro fermo non è stato però convalidato e i due fratelli sono stati rimessi in libertà.

Potrebbero interessarti anche...