Cosenza: Procura, bilancio delle attività e linee guida per il 2017


Alla procura di Cosenza mancano 6 sostituti su 12. E solo nel prossimo novembre arriveranno degli uditori giudiziari. Inoltre manca anche il 30% del personale amministrativo. Lo dice il procuratore, Mario Spagnuolo, nel corso del suo incontro di fine anno con la stampa. Tutto questo, naturalmente, condiziona il lavoro da svolgere. Eppure si va avanti. E, per il 2017, si punterà molto sulla tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, sulle indagini che riguardano la pubblica amministrazione, sui reati per illecito arricchimento e sul fenomeno della microcriminalità, molto diffusa. Secondo Spagnuolo, a Cosenza “si vende droga ad ogni angolo di strada” e si registra il ritorno dell’eroina, che ha portato a due morti per overdose negli ultimi tempi. Spagnuolo ha anche sottolineato che ci sono un numero impressionante di contenziosi nel settore della sanità. “Segno distintivo di una società avanzata”, ha detto il procuratore. Che poi ha lanciato un appello.

Potrebbero interessarti anche...