Cosenza: posate le prime strutture del ponte di Calatrava

Ed è arrivato anche il giorno di vedere, finalmente, le prime strutture del ponte di Calatrava stagliarsi contro il cielo. E’ la prima grande opera che sorge in una periferia della città di Cosenza, nel quartiere di Gergeri. Sono passati 16 anni da quando l’allora sindaco, Giacomo Mancini, firmò la convenzione, da 2 milioni e mezzo di euro, con il famoso architetto Santiago Calatrava. Doveva essere la prima opera del genere in Italia, ma fu superata dai ponti nel frattempo realizzati a Reggio Emilia e a Venezia. A Cosenza, invece, una lunga situazione di stallo per problemi essenzialmente burocratici. Per vedere ripartire i lavori sarebbe servito un altro architetto, Mario Occhiuto, che, diventato sindaco, trovò i fondi per saldare il dovuto al progettista e bonificare l’area interessata dal cantiere. Adesso sarà il Commissario prefettizio, Angelo Carbone, a controllare il prosieguo dei lavori, che termineranno nei prossimi mesi e consegneranno alla città un superbo esempio di moderna infrastruttura: un ponte lungo 140 metri, con un pennone alto più di 90 e che, con le sue 4 corsie, di cui una esclusivamente pedonale, consentirà un veloce collegamento tra il centro e una zona in espansione della città bruzia.

Potrebbero interessarti anche...