Cosenza: per conservare il posto di lavoro passa la notte su una panchina


Dopo mezzanotte, la città di Cosenza si svuota. Ma, in una piazzetta di Via Popilia, da più di un anno, la notte potete trovare lei. Si chiama Grazia. Ha 61 anni. Ha trovato un solo lavoro: fare le pulizie negli uffici della Motorizzazione per conto di una ditta privata. Un lavoro di due ore al giorno, ma che si deve fare alle 5 del mattino. Ed è qui che nasce il problema. Grazia vive da sola, nella zona universitaria di Rende. Non guida. E, d’altronde, non potrebbe sostenere i costi di un’auto. E così ogni notte prende l’ultimo pullman che collega Rende a Cosenza. Grazia arriva in città in piena notte. E raggiunge questa panchina, a poca distanza dal suo luogo di lavoro. E qui resta in attesa. Sveglia. Tutti questi sacrifici, sapete per quanto? Soldi che non bastano per vivere. Grazia ha cercato di farsi cambiare l’orario, ma l’azienda non è riuscita ad accogliere la sua richiesta. Adesso Grazia si è rivolta all’UGL per chiedere aiuto. Il sindacato sta cercando una mediazione per risolvere questo caso, che è apparso subito disperato. Delle grandi questioni di lavoro la politica si occupa. Ma i singoli casi non interessano a nessuno. E adesso c’è anche un’urgenza.

Potrebbero interessarti anche...