Cosenza: ‘ndrangheta, sequestro di beni al clan Rango-Zingari


La Guardia di Finanza ha sequestrato, su disposizione del Tribunale di Cosenza, un patrimonio di oltre 5 milioni di euro a due presunti affiliati di spicco della cosca Rango-Zingari, Antonio Intrieri e Domenico Mignolo. Il sequestro è avvenuto su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, a seguito di un’articolata e complessa attività di accertamento antimafia. Intrieri, ritenuto ai vertici della cosca Rango–Zingari, è stato condannato alla pena di 14 anni di reclusione per associazione mafiosa ed è attualmente detenuto, in attesa di giudizio. Domenico Mignolo, ritenuto anch’egli ai vertici della cosca, risulta condannato alla pena di 14 anni di reclusione per associazione mafiosa ed è stato condannato a 18 anni di reclusione per omicidio. Attualmente è sottoposto al regime penitenziario del 41 bis. Il sequestro riguarda alcuni fabbricati, due appezzamenti di terreno, diverse società, 2 associazioni sportive dilettantistiche, 8 automezzi e diversi rapporti bancari.

Potrebbero interessarti anche...