Cosenza: ‘ndrangheta, la polizia arresta un pericoloso latitante

Era nascosto in un appartamento di un tranquillo palazzo, proprio nel centro di Cosenza, in via Panebianco, il reggente del clan della ‘ndrangheta degli “zingari”, Franco Bruzzese, latitante dal gennaio scorso. L’uomo è stato bloccato dagli agenti della Squadra Mobile e del Servizio Centrale Operativo della polizia. Franco Bruzzese, coinvolto in diverse operazioni e accusato di associazione a delinquere di stampo mafioso e rapina, era ricercato per una sentenza definitiva di condanna a 12 anni e sei mesi di reclusione per tentato omicidio ai danni di un altro nomade, Antonio Bevilacqua, e per la violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. Per la sua cattura, visto che si nascondeva in un appartamento al nono piano, sono stati fatti intervenire anche i Vigili del Fuoco. Bruzzese ha atteso una ventina di minuti prima di aprire la porta. Ma poi, alla fine, ha dovuto consegnarsi.

Potrebbero interessarti anche...