Cosenza: ‘ndrangheta, confisca di beni per 6 milioni

La Divisione Anticrimine della Questura di Cosenza ha eseguito un provvedimento di confisca di beni per sei milioni di euro riconducibili a Nicola Sebastiano Rende, 64 anni, condannato nel processo ‘Omnia’. L’uomo e’ stato riconosciuto colpevole dei reati di usura ed estorsione aggravate dal metodo mafioso e risulta essere ”stabilmente inserito” nella cosca Forastefano di Cassano Jonio. I beni confiscati sono terreni agricoli, autovetture, quote societarie, fabbricati, tra cui un centro commerciale, contratti assicurativi, autovetture e libretti di risparmio. Il provvedimento di confisca e’ stato disposto dalla Corte d’Appello di Catanzaro.

Potrebbero interessarti anche...