Cosenza: ‘ndrangheta, catturato il latitante Franco Presta


Era inserito nella lista dei 100 latitanti piu’ pericolosi, Franco Presta, 52 anni, arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Cosenza e del Commissariato di Polizia di Castrovillari. Il pregiudicato, accusato di tre omicidi e latitante da circa tre anni, era rintanato in un’abitazione nei pressi dell’Università della Calabria, dove viveva da solo e senza armi. Presta è soprattutto sospettato di essere il responsabile della strage di un’intera famiglia, letteralmente sterminata a seguito dell’omicidio del figlio Domenico, 22 anni, ucciso l’anno scorso da un commerciante, Aldo De Marco, a Spezzano Albanese, per una lite scoppiata a causa di un parcheggio conteso. Dopo quel fatto di sangue, furono uccisi, in due distinti episodi, Rosellina Indrieri, 45 anni, e la figlia Barbara, 26 anni, e poi Gaetano De Marco, fratello di Aldo e marito e padre delle due donne, che era scampato al primo omicidio. Franco Presta, secondo gli inquirenti, sarebbe anche il boss di una cosca che opera nell’alto Ionio Cosentino, legata a quella dei Lanzino-Cicero, egemone a Cosenza.

Potrebbero interessarti anche...