Cosenza: ‘ndrangheta, arresti per estorsione e corruzione elettorale, indagato ex assessore regionale

Si chiama “Acheruntia”, dall’antico nome di Acri, l’operazione effettuata dai carabinieri e che ha portato all’arresto di 7 persone per associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, concussione, corruzione elettorale, usura, frode informatica e reati in materia di armi. Tra questi vi sono alcuni elementi di spicco della cosca di ‘ndrangheta dei Lanzino-Ruà, operante nel cosentino, e anche un ex consigliere comunale di Acri, Angelo Gencarelli, oltre ad alcuni imprenditori. Ma risultano indagati anche un ex sindaco di Acri, Luigi Maiorano, per concussione, e l’ex assessore all’Agricoltura della Regione Calabria, Michele Trematerra, dell’UDC, per concorso esterno in associazione mafiosa. Gencarelli, poi entrato nella segreteria di Trematerra, avrebbe procacciato voti per lui alle elezioni regionali del 2010. Per Trematerra la DDA aveva chiesto l’arresto. Consistenti appalti nel settore boschivo. E Gencarelli sarebbe, secondo l’accusa, la figura chiave del gruppo, capace anche di gestire un arsenale di armi. Gencarelli, che sarebbe stato in stretto contatto con Giuseppe Perri, ritenuto il referente della cosca della ‘ndrangheta Lanzino-Ruà nel territorio di Acri, nell’ultima tornata elettorale regionale, nel 2014, avrebbe abbandonato Trematerra, per procacciare voti per il noto penalista cosentino Franz Caruso, candidato nella lista del PD, non eletto e che non risulta coinvolto nell’inchiesta. Le investigazioni hanno evidenziato anche, oltre ad una serie di estorsioni e reati di usura ai danni di imprenditori e commercianti, l’imposizione fatta a vari commercianti per l’installazione nei loro locali di slot-machines e videopoker truccati, forniti da una società di riferimento della cosca. Vere macchinette mangiasoldi alle quali, visto che non erano collegate alla rete ufficiale, era praticamente impossibile vincere. L’attuale amministrazione comunale di Acri non risulta coinvolta nell’inchiesta, ma non si esclude che la prefettura possa chiedere un accesso agli atti.

Potrebbero interessarti anche...