Cosenza: madre avrebbe ucciso la figlia di sette mesi soffocandola

Il sospetto è davvero terribile: una madre avrebbe ucciso la figlia di soli sette mesi, soffocandola con un cuscino. Il fatto e’ avvenuto a Cosenza, nel centro della città, in questo palazzo che si affaccia proprio sull’isola pedonale. La donna, che ha 37 anni, soffrirebbe di depressione e avrebbe agito intorno all’ora di pranzo, quando in casa c’erano sua madre e una badante. Sconosciuto, al momento, il motivo di questo atroce gesto di violenza. Lei, medico, avrebbe poi tentato il suicidio, ingerendo dei barbiturici. A trovare il cadavere della piccola e la madre, svenuta su una poltrona, sarebbe stato il padre, avvocato, che ha poi avvertito il 118. La donna e il corpo della bimba sono stati portati subito in ospedale. Adesso la presunta omicida viene piantonata, mentre i carabinieri stanno sentendo i parenti e la badante, per raccogliere informazioni utili a chiarire quanto è veramente accaduto. In attesa delle decisioni del magistrato di turno.

Potrebbero interessarti anche...