Cosenza: Lungofiume Boulevard, si parla di centro storico

Le atmosfere suggestive di Lungofiume Boulevard sono state lo scenario incantato di una appassionante conversazione tra il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, il neo assessore al centro storico e alla coscienza civica Vittorio Sgarbi e lo scrittore Vito Teti. Il tema dell’incontro “Il senso dei luoghi, la coscienza di Cosenza”, ha focalizzato l’attenzione sul centro storico della città bruzia. Durante la conversazione sono emersi i diversi punti di vista, ma tutti complementari e volti ad un unico obiettivo: ridare vita al centro storico. Vittorio Sgarbi, oltre a prospettare l’idea di proporre al governo una legge speciale per i centri storici, non ha usato mezzi termini: alla città antica non si deve garantire la “continuità dell’esistenza”, ma bisogna mirare al “trauma della rinascita”. Per Vito Teti, autore, tra l’altro, del libro ”Il senso dei luoghi”, nei centri storici c’è l’anima pulsante delle città ed è proprio su questo aspetto che bisogna lavorare. A fare da sintesi all’amabile conversazione è stato Mario Occhiuto, che ha posto l’accento sulle due visioni, entrambe importanti: la visione romantica di Vito Teti, ovvero il senso dei luoghi e dell’identità, e quella più pragmatica delle politiche attive prospettata da Sgarbi. La città è fatta di memoria, ma anche di vita degli uomini. Ed è proprio la vita che bisogna riportare nel centro storico di Cosenza.

Potrebbero interessarti anche...