Cosenza: libri, il Sacro Graal nell’Ultima Cena di Leonardo

Si chiama Gabriele Montera. E’ un medico cosentino, con la passione dei misteri. Ed ha scritto un libro, “Il Calice svelato”, in cui spiega che nell’Ultima Cena di Leonardo il Santo Graal c’è. Eccome se c’è: basta guardare bene sulla colonna più a sinistra nel dipinto. La coppa viene immediatamente individuata. Le indagini di Montera partono dal racconto di Dan Brown, che ha scritto il celeberrimo “Il Codice da Vinci”. Montera, nel suo libro, calcola anche la dimensione della tovaglia che, nel dipinto, è sulla tavola. E le misure ricavate sono sorprendentemente uguali a quelle della Sacra Sindone. Poi prova a sovrapporre la sindone al tavolo. E si scopre che i personaggi del dipinto sembrano proprio, con le loro fattezze, far riferimento alle immagini della Sindone. Solo artifici e fantasie? Eppure si è anche ipotizzato che la Sindone, in realtà, possa essere un falso, realizzato proprio da Leonardo. O magari Leonardo ha solo custodito, per un certo periodo, il sacro sudario, visto che certamente aveva particolari rapporti con alcune organizzazioni molto misteriose dell’epoca. I misteri di Leonardo non sono certo ancora tutti svelati. Molti sono raccontati in questo libro.

Potrebbero interessarti anche...