Cosenza, le attività della Guardia di Finanza nel 2014

La guardia di finanza di Cosenza ha diffuso il consuntivo delle attivita’ svolte nel 2014. In sintesi, sono stati scoperti 202 responsabili di reati fiscali e 45 evasori totali; individuate 329 posizioni lavorative irregolari, di cui 274 in nero; eseguiti 7.076 controlli, in tutto il territorio della provincia, sulla corretta emissione di scontrini e ricevute, riscontrando irregolarita’ nel 35% dei casi; sequestrati beni ad evasori fiscali per oltre 4 milioni di euro; oltre 66,8 milioni di euro il valore dei beni proposti per il sequestro; denunciati 2.695 falsi braccianti agricoli; sottratti alla criminalita’ organizzata beni per oltre 14 milioni di euro; sequestrati quasi 167.000 prodotti contraffatti ed insicuri ed oltre 984 kg di sostanze stupefacenti. Il contrasto alle frodi ed all’economia sommersa, si legge nel rapporto, resta l’obiettivo prioritario e strategico della missione di polizia economica e finanziaria della guardia di finanza. Il Comando provinciale di Cosenza ha notevolmente accresciuto anche l’azione a tutela delle uscite del bilancio pubblico, per assicurare un efficace dispositivo di controllo anti-frode dei flussi di spesa. Per i reati contro la pubblica amministrazione si registrano 212 persone denunciate, mentre 3 sono state arrestate e 2763 denunciate per frodi nella richiesta o percezione di incentivi nazionali. Sedici le persone denunciate per indagini relative ad appalti pubblici. Sono tre le persone arrestate e 2695 quelle denunciate per inchieste sulla spesa previdenziale. Diciassette i denunciati per la spesa sanitaria, due arrestati e 117 denunciati per reati contro la pubblica amministrazione e 109 le segnalazioni per danni erariali. Le fiamme gialle si sono mosse massicciamente anche nelle attivita’ di anti-contrabbando nel settore dei prodotti energetici, effettuando 22 interventi. Sono stati invece 123 gli interventi nel campo della lotta al gioco illegale. Inoltre, un arresto e 35 denunce nell’attivita’ di antiriciclaggio, 5 le denunce per usura, 48 quelle per reati fallimentari e 45 gli accertamenti patrimoniali nel contrasto alla criminalita’ organizzata. Innumerevoli le attivita’ per la tutela dei diritti di proprieta’ e dei consumatori e nella lotta alla contraffazione, con 83 denunce e 166.985 prodotti sequestrati. Nel contrasto al traffico di stupefacenti, 13 arrestati e 53 denunciati, con il sequestro di oltre 984 kg di varie droghe. Sequestrate poi anche 10 armi da fuoco. Undici le persone denunciate per reati ambientali. La guardia di finanza di Cosenza sottolinea inoltre la grande utilita’ del numero 117 per la segnalazione di reati e il contributo dato dai militari specializzati in “Anti Terrorismo e Pronto Impiego” (A.T.P.I.), dislocati, in ambito provinciale a Sibari, i cosiddetti “Baschi Verdi”. Notevole anche l’opera della struttura di Soccorso Alpino (S.A.G.F.), dislocata a Cosenza.

Potrebbero interessarti anche...