Cosenza: la mostra “Cosenza Postunitaria”


Un altro dono della famiglia Bilotti alla città di Cosenza: inaugurata la mostra “Cosenza Postunitaria”, che raccoglie scatti fotografici e oggetti della fine dell’ottocento. E’ un suggestivo viaggio nel tempo e nella Cosenza che fu, attraverso una raccolta certosina di scatti originali in bianco e nero e riproduzioni ingrandite, abiti d’epoca conservati con sorprendente cura, giocattoli e suppellettili d’epoca. C’è perfino il pianoforte di Alfonso Rendano. In alcune immagini, stupisce l’eleganza delle signore. Una raccolta realizzata con l’apporto di collezioni private, come quella dei Barracco di Cosenza e di Crotone, una delle famiglie più ricche d’Italia. “Questa mostra è la dimostrazione di quanto la mia amministrazione tenga alla cultura”, ha affermato il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, inaugurando l’esposizione. Occhiuto ha annunciato nell’occasione che si pensa di realizzare un museo d’arte contemporanea nell’area denominata ex Mancuso&Ferro. Un museo che sarà anche laboratorio e luogo di produzione artistica.

Potrebbero interessarti anche...