Cosenza: la Guardia di Finanza arresta un latitante romeno

I finanzieri della Sezione Operativa Pronto Impiego della Compagnia di Cosenza hanno arrestato un latitante romeno di 36 anni, ricercato sulla base di un mandato di cattura europeo per frode informatica e telematica. L’uomo è risultato essere affiliato ad un gruppo criminale specializzato nella clonazione di carte di credito e bancomat. Dopo aver scontato una prima condanna nel carcere di Lubiana (Slovenia), nel 2013 l’uomo si era reso irreperibile per evitare la pena definitiva a sei anni di reclusione. La fuga del latitante è terminata a Cosenza, dove, ad un posto di blocco, è stato sottoposto ad un controllo casuale dai “baschi verdi”. I finanzieri, insospettiti dall’incongruenza tra i dati relativi alla nazionalità della persona e quelli del veicolo sul quale viaggiava, che aveva una targa spagnola, hanno esteso le ricerche alla banca dati del “Sistema di Informazione Schengen”, che ha rivelato l’identità del romeno. Sull’estradizione del latitante, che è stato portato in carcere, dovrà adesso pronunciarsi la Corte d’Appello di Catanzaro.

Potrebbero interessarti anche...