Cosenza: la festa del Santissimo Crocifisso


La città di Cosenza ha festeggiato il SS. Crocifisso, una grande e participata festa dell’identità che aggrega tutti i cittadini nella Chiesa — Convento detta “della Riforma”. La Chiesa, che ha poi dato il nome a tutto il quartiere nel cuore del centro storico, è così chiamata in quanto dal 18° secolo fu dimora dei Frati Riformati, che furono i primi ad introdurre il culto al SS. Crocifisso. Questa devozione fu poi incrementata dai Frati Cappuccini, tanto che oggi la Chiesa è conosciuta da tutti come Santuario del SS. Crocifisso. I festeggiamenti rievocano la data del ritrovamento, da parte di Sant’Elena, della vera Croce di Cristo. Iniziano il 23 aprile ed hanno il loro culmine il 3 maggio, giornata di devozione e di preghiera fin dalle prime luci dell’alba. Il momento clou è stata la solenne celebrazione presieduta dall’Arcivescovo, S.E. Mons.Salvatore Nunnari, durante la quale il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, ha offerto un omaggio floreale al SS. Crocifisso, quale segno di devozione di tutta la città. La processione, attraverso tutte le principali strade della città, ha concluso i festeggiamenti religiosi, mentre i festeggiamenti civili sono proseguiti fino a notte inoltrata.

Potrebbero interessarti anche...