Cosenza: la DDA dispone il sequestro di Piazza Bilotti

La Guardia di Finanza ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo dell’intera struttura di Piazza Carlo Bilotti, nel cuore di Cosenza, disposto a seguito di un’inchiesta della DDA di Catanzaro su un’ipotesi di falso relativa agli atti della procedura di collaudo dei lavori di riqualificazione dell’area e delle strutture annesse, tra cui anche il grande parcheggio gestito da privati. L’area è stata adesso interdetta anche ai pedoni e alle manifestazioni pubbliche, per scongiurare eventuali pericoli per la pubblica incolumità, come sottolineano gli inquirenti. L’operazione, denominata “Piazza Sicura”, riguarda la gestione di lavori di ristrutturazione che hanno visto impiegati quasi 16 milioni di euro. Diversi gli indagati, tra amministratori, imprenditori, professionisti e pubblici dirigenti. Tra questi anche il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto. Si ipotizzano i reati di falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e mancanza del certificato di collaudo. Per uno degli indagati c’è l’aggravante di aver commesso il fatto per agevolare le attività della cosca di ‘ndrangheta dei “Muto” di Cetraro. Dalle indagini sarebbe emerso che la cerimonia pubblica di inaugurazione di piazza Bilotti, avvenuta il 17 dicembre 2016 alla presenza di migliaia di persone, si è svolta in mancanza del certificato di collaudo. Lo stesso collaudo sarebbe stato poi eseguito il 30 dicembre 2016, ma ci sarebbero stati pericoli derivanti da fessure riscontrate sulle travi portanti della piazza, che non erano ancora state riparate, secondo le indagini, a quella data. Il tutto per le pressanti richieste dell’Amministrazione comunale di Cosenza, legate anche alla volontà di non spostare in un altro luogo il concerto di fine anno. Dalla ricostruzione investigativa, risulta, inoltre, il deposito, presso gli uffici della Regione Calabria e del Comune di Cosenza, di documentazione attestante prove tecniche su strutture e materiali ancora non effettuate.

Potrebbero interessarti anche...