Cosenza: la città futura di Amelia Chiappetta

La città come potrebbe essere. Non è un sogno, ma una precisa idea progettuale che nasce addirittura nel 2001, dalla tesi di laurea di una giovane architetto cosentina, Amelia Chiappetta. Il chiostro di San Domenico ospita, fino al 25 novembre, la sua mostra sulla progettazione urbana tra Cosenza e Rende. Idea nate quando non c’era neanche il Viale Parco, ma ancora attuali. Come quella di una stazione della metropolitana leggera, posta tra vecchia e nuova città. Idee che sono già al centro del dibattito politico cittadino. Ma che possono essere amplificate se si ragiona in termini di contesto urbano. Per questo Amelia Chiappetta immagina anche un’area lungo i fiumi, che sia centro di attività utili alla cittadinanza ed ecosostenibili.

Potrebbero interessarti anche...