Cosenza: incendio campo Rom, i nomadi in una scuola


Qualche giorno fa l’incendio, del tutto accidentale, di una ventina di baracche del campo Rom di Cosenza, sulle sponde del fiume Crati. Una sessantina di nomadi rimasero senza un tetto, seppur precario, ma per fortuna non ci furono vittime. Il campo dei Rom è da tempo posto sotto sequestro, perchè del tutto abusivo. Quindi non è neanche ipotizzabile costruire, in maniera legale, nella zona. L’amministrazione comunale, per dare comunque un tetto, anche se provvisiorio, ai nomadi le cui abitazioni sono andate distrutte, ha deciso di mettere a loro disposizione i locali della scuola “Don Milani”. La Fondazione San Francesco assicurerà loro dei pasti caldi ogni giorno. Al momento, però, i nomadi non hanno ancora voluto abbandonare il campo.

Potrebbero interessarti anche...