Cosenza: accusa di usura per 5 direttori di banca

Il gip del Tribunale di Cosenza, Salvatore Carpino, ha disposto l’imputazione coatta di cinque direttori di un istituto di credito, a seguito di una denuncia di un imprenditore. L’ipotesi di reato è usura bancaria. Carpino non ha accolto la richiesta di archiviazione che era stata avanzata dal pm Donatella Donato. Il gip ha emesso il provvedimento dopo il resoconto di un esperto, secondo cui la banca avrebbe applicato tassi superiori a quelli consentiti dalla legge. Il caso era nato dalla denuncia di un imprenditore cosentino che aveva ottenuto un prestito ingente dalla banca. Per restituirlo, erano state stabilite delle trattenute direttamente sul conto corrente. Ma dall’analisi di alcuni estratti conto, l’imprenditore si è accorto dell’aumento ingiustificato dei tassi.

Potrebbero interessarti anche...