Cosenza: il sindaco parla delle cooperative sociali

Questa la dura presa di posizione del sindaco Mario Occhiuto, all’indomani del Consiglio comunale di Cosenza che, tra i diversi punti all’ordine del giorno, ha affrontato anche quello sul futuro delle coperative di tipo B. Ma facciamo un passo indietro e andiamo a lunedì scorso, quando, con l’accusa di concorso in falso ideologico in atto pubblico, corruzione e tentata estorsione, su ordinanza emessa dalla Procura della Repubblica di Cosenza, gli agenti della Digos hanno arrestato i presidenti di tre delle cooperative di tipo B. Da alcune intercettazioni ambientali è emerso che ad essere minacciato pesantemente è stato anche il sindaco Mario Occhiuto, a cui uno degli arrestati avrebbe detto “non hai capito che la mafia siamo noi?”. All’ordine del giorno del Consiglio il punto sulle cooperative di tipo B era stato previso prima degli arresti e comunque, nonostante la vivace e accesa discussione che ha visto un duro botta e risposta tra il sindaco Occhiuto ed il consigliere Paolini, è stata approvata all’unanimita una risoluzione che dà speranza al futuro di tanti lavoratori.

Potrebbero interessarti anche...