Cosenza: il sindaco Occhiuto presenta la città che verrà

E’ iniziato così il lungo e articolato intervento del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, che, nel segno della partecipazione e della cittadinanza attiva a lui tanto cara, in un incontro pubblico ha presentato a tantissimi cittadini i progetti che l’esecutivo sta mettendo in cantiere per la “Cosenza che verrà”. Il sindaco parte proprio dal punto più controverso, che negli ultimi giorni, soprattutto, ha tenuto banco sui social network: il progetto della Metropolitana leggera di superficie. Il Comune di Cosenza ha proposto alla Regione Calabria un’idea che non solo salvaguarda la naturale vocazione di Viale Mancini, ma lo renderà il principale polmone verde della città, con l’esclusione totale del traffico. Con il supporto di numerose slide, il sindaco ha poi illustrato tutti i progetti che saranno al centro dell’accordo complessivo tra Comune e Regione: riqualificazione dell’area dell’ex deposito ferroviario, le stazioni Hub, il mercato da trasferire alle Autolinee, il ponte Cosenza-Rende, l’Ovovia che da via Bendicenti trasporterà fino al Castello svevo. Oltre alle opere inserite nell’accordo con la Regione Calabria, il sindaco Occhiuto ha presentato anche gli altri progetti da realizzare attraverso diversi finanziamenti, come la riqualificazione dei quartieri periferici, con la cittadella dello Sport, che, partendo da viale Magna Grecia, abbraccerà l’intera area fino al nuovo stadio “San Vito-Gigi Marulla”. E ancora: il ponte di Calatrava, il Planetario, il museo Alarico alla confluenza dei fiumi e, infine, il nuovo ospedale civile dell’Annunziata, da costruire sull’esistente ed estendere a sud fino all’ospedale Mariano Santo.

Potrebbero interessarti anche...