Cosenza: il Premio per la Cultura Mediterranea 2013

Il dialogo costruttivo tra le diverse espressioni del “mare nostrum”, la pace e i diritti dell’uomo sono stati al centro della VII edizione del “Premio per la Cultura Mediterranea”, una delle iniziative più prestigiose promosse dalla Fondazione Carical, che ha riunito per l’occasione intellettuali e scrittori di fama internazionale. Un’iniziativa che acquista valore e pregio ogni anno di più, grazie anche alla presenza di una giuria internazionale di altissimo spessore. Sette le sezioni previste per il Premio per la Cultura Mediterranea. Si aggiudicano l’ambito riconoscimento: David Grossman, per la Sezione Società Civile, e Stefano Rodotà, per la Sezione Scienze dell’Uomo. Il premio per la Sezione Narrativa va, ex aequo, a Marcello Sorgi e Ahmed Mourad. La giovane Valentina D’Urbano è premiata per la Sezione Narrativa Giovani, mentre per la Sezione Cultura dell’Informazione ancora un ex aequo per Jamila Hassoune e Leena Ben Mhenni. Infine, il premio speciale Sezione Creatività va al noto, e pluripremiato, scrittore calabrese Carmine Abate.

Potrebbero interessarti anche...