Cosenza: il Consiglio comunale per la nuova Piazza Bilotti

Su convocazione del Presidente Luca Morrone, è tornato a riunirsi il consiglio comunale di Cosenza. All’ordine del giorno, la discussione sul nuovo progetto di Piazza Bilotti, sollecitata da otto consiglieri di minoranza: Ambrogio, Mazzuca, Cipparrone, Paolini, Perri, Formoso, Lucente e Savastano, secondo i quali il progetto ne ripropone uno precedente a firma dell’architetto Caruso, così come risulterebbero copiate le perizie geologiche. Ad aprire la discussione, su invito del Presidente, è il Sindaco Mario Occhiuto, che illustra il progetto, in maniera dettagliata e puntuale. Il sindaco precisa che in soli sette mesi è stata appaltata un’opera che normalmente prevede un iter di anni e tutto questo per non perdere i finanziamenti. Nei giorni scorsi, ha incontrato personalmente l’architetto Caruso e gli ha comunicato che il progetto non era adatto nè poteva essere variato in quanto avrebbe previsto dei costi aggiuntivi. Il primo cittadino, supportato da slide, ha messo quindi a confronto i due progetti, facendone rilevare le differenze. Il nuovo progetto prevede infatti anche un museo virtuale. La parola è passata, quindi a Marco Ambrogio, che ha sottolineato come i fondi ottenuti sono merito della precedente amministrazione e che il precedente progetto era stato regolarmente pagato. Molto pungenti le critiche del consigliere Enzo Paolini, che ha sottolineato come le perizie geologiche riportino le stesse frasi contenute nella precedente relazione a firma di Tenuta. La tesi del consigliere Paolini è rafforzata anche dal consigliere Mazzuca. A difesa dell’operato del Sindaco, sono seguiti gli interventi dei consiglieri di maggioranza Commodaro e Bozzo. Il consigliere Nucci, invece, pur palesando la sua stima nei confronti dell’architetto Caruso, ha preannunciato la richiesta di una commissione d’inchiesta rispetto al passato, in quanto risulterebbero zone d’ombra nell’iter procedurale. La discussione è stata conclusa dal Sindaco, che ha sottolineato che il nuovo progetto non ha avuto alcun costo, in quanto realizzato dagli uffici del Comune, e ne ha ribadito la validità in quanto riqualificherà tutta l’area e le zone limitrofe e farà di Piazza Bilotti una piazza libera, aperta e distante dai fabbricati. Per quanto riguarda la perizia al centro della polemica, Mario Occhiuto ha precisato che il nuovo geologo l’ha elaborata a titolo gratuito, facendo riferimento alla precedente a firma di Tenuta e agli atti del Comune. Rinviato, infine, il secondo punto all’ordine del giorno, riguardante la qualità dei servizi erogati dai presidi ospedalieri cosentini.

Potrebbero interessarti anche...