Cosenza: il Consiglio comunale approva gli adempimenti di bilancio


Il Consiglio comunale di Cosenza ha approvato gli adempimenti di bilancio: variazioni, debiti fuori bilancio e salvaguardia degli equilibri. Tutto in maniera rapida e senza sorprese: 20 voti a favore e l’astensione degli 8 consiglieri della minoranza presenti in aula. Nell’opposizione, assenti Enzo Paolini e Salvatore Perugini. L’assessore Luciano Vigna, titolare della delega al bilancio da un paio di settimane, ha trattato tutti i punti in un’unica relazione, facendo scoprire che la struttura delle variazioni presenta in entrata un aumento, rispetto al bilancio di previsione, di due milioni e mezzo di euro, provenienti dalla Regione Calabria. Chiusa la questione relativa all’aumento del capitolo delle indennità di carica di Sindaco e assessori: si tratta di un escamotage usato per liquidare alcune mensilità relative all’anno precedente e non riguarda somme da destinare alla giunta in carica. Fortemente ridimensionati i debiti fuori bilancio. L’Amministrazione comunale di Cosenza ne ha davvero pochi: circa 29.000 euro derivanti da sentenze del giudice di pace e 1400 euro per una vecchia fattura relativa al ricovero di cani randagi. Per quanto riguarda l’equilibrio di bilancio, la verifica ha rilevato entrate correnti pari a 83.170.000 euro e spese correnti pari a 85.201.000 euro, con una differenza di poco più di due milioni di euro, che vanno a coprire il costo capitale dei mutui. Sottolineato poi che il costo del sociale a Cosenza è superiore alla media, ma “sono politiche che l’Amministrazione intende difendere”, ha detto l’assessore Vigna. In conclusione, annunciato il varo di una politica di miglioramento delle azioni di recupero delle risorse, per rendere più razionali le spese.

Potrebbero interessarti anche...