Cosenza: il concerto di Enrico Granafei

Enrico Granafei lascia per una sera il New Jersey, dove gestisce un locale notissimo, il Trumpets Jazz Club, in cui si esibiscono i grandi del jazz, non solo newyorkese, per tenere un apprezzato concerto nella sua città. E la città risponde con affetto e riempie il teatro Rendano, dove Granafei si esibì, tanti anni fa. Ma non come musicista. Nell’occasione, il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, che ha premiato Granafei ma anche i parenti del liutaio Vincenzo De Bonis e del drammaturgo Vincenzo Ziccarelli, ha annunciato che la Casa delle Culture sarà proprio intitolata a Ziccarelli. Ma veniamo al concerto, che è stato preceduto dalla proiezione del documentario che Gianluca Bozzo ha dedicato proprio ad Enrico Granafei e al jazz, intervistando straordinari musicisti. Ad accompagnare Granafei sul palco del Rendano sono stati prima Giuseppe Maiorca e poi Roberto Scornaienchi. Infine il trio del pianista castrovillarese Danilo Blaiotta, con Fabrizio La Fauci alla batteria e Silvio Ariotta al contrabbasso. Ed è stata una vera festa del jazz, anche se l’inedito quartetto suonava per la prima volta assieme. Interpretati alcuni noti brani jazz. Ma noi vogliamo lasciarvi alle note che Granafei dedica, con molta ironia e anche tanto amore per la sua Cosenza, al “Culluriaddru”. E anche questo è jazz.

Potrebbero interessarti anche...