Cosenza: il 2018 inizia con gli Skunk Anansie


E’ iniziato così, con il benvenuto del sindaco Mario Occhiuto agli oltre 70.000 visitatori che hanno scelto Cosenza per vivere la notte più lunga dell’anno. Una città internazionale, bella, festosa e dinamica. Un vero e proprio grande teatro all’aperto e una grande festa che fino all’alba si è snodata senza soluzione di continuità da Piazza dei Bruzi a piazza Bilotti, tra il concerto degli Skunk Anansie e musica e balli a cielo aperto, in totale sicurezza per migliaia e migliaia di persone. Poco dopo la mezzanotte, sono stati proprio loro, gli Skunk Anansie, ad aprire la notte di Capodanno 2018. Cosenza ha offerto l’immagine di un Sud positivo e capace di gestire grandi eventi, grazie ad imponenti misure di sicurezza e ad una macchina organizzativa perfetta, che non ha lasciato nulla al caso. Il fascino esercitato dalla città bruzia, ha trovato nella notte di San Silvestro la sua massima espressione, con migliaia di presenze provenienti da tutta Italia. Un vero e proprio fiume umano che si è riversato in tutte le strade del centro. Tutto ha funzionato alla perfezione per l’intera notte e fino alle prime luci dell’alba, salutata da migliaia di giovani, e non solo, nella mega discoteca all’aperto di piazza Bilotti.

Potrebbero interessarti anche...