Cosenza: i sindaci della provincia protestano per i tributi iniqui


Sono oltre 120 i sindaci della provincia di Cosenza che hanno aderito alla protesta promossa dal primo cittadino di Acquaformosa, Giovanni Manoccio, che è stata portata anche a Roma, davanti alla sede del Parlamento. Una vera “insubordinazione” che punta a difendere territorio e comunità. I sindaci hanno voluto incontrare il prefetto per parlare delle difficoltà nell’applicazione della Tares e le criticità provocate dal Patto di Stabilità, con la conseguente impossibilità degli enti di approvare l’esercizio finanziario. Si chiede un rinvio della tassa sui rifiuti e l’eliminazione del patto di stabilità per i comuni sotto i 5.000 abitanti. Inoltre la possibilità di rideterminare la quota dei mutui, visto che molte amministrazioni rischiano di perdere i finanziamenti concessi dalla Regione Calabria. Presente anche il deputato PD, e sindaco di Diamante, Ernesto Magorno.

Potrebbero interessarti anche...