Cosenza: i mezzi delle Ferrovie della Calabria senza carburante

Lunedì la grande protesta delle Ferrovie della Calabria a Catanzaro, con il blocco del traffico su tutte le vie d’accesso. La Regione ha preso subito l’impegno di reperire i fondi per pagare gli stipendi arretrati, che adesso sono diventati tre. Una situazione ingarbugliata, per questa grande azienda che conta 850 dipendenti e che adesso diventerà interamente di proprietà regionale, non si sa bene con quali prospettive. Ma, anche se i dipendenti sono ritornati al lavoro, fidandosi delle promesse, i disagi non finiscono. Adesso c’è il problema del carburante. E sì: i mezzi gommati, che garantiscono la stragrande maggioranza dei collegamenti con i piccoli centri, sono senza gasolio e restano fermi nei depositi. Perchè non ci sono neanche più i soldi per pagare i distributori. E gli autisti si sfogano così. Insomma: o si sciopera perchè non vengono pagati i dipendenti o non si effettuano le corse perchè manca il carburante. Intanto un’intera regione resta a piedi. Immobile. In attesa di chissà quale destino.

Potrebbero interessarti anche...