Cosenza: i 150 anni della Banca Carime

Il 24 settembre del 1861 a Cosenza nasceva la Cassa di Risparmio, sulle ceneri delle precedenti casse di prestanza agraria borboniche. La Banca Carime, nata dalla fusione delle Casse di Risparmio di Calabria e Lucania, quella di Puglia e quella Salernitana, festeggia quest’anno i suoi 150 anni di vita, in coincidenza con i 150 anni dell’Unità d’Italia. Di unità e di cultura, di Mezzogiorno e del ruolo delle banche nel Sud ha parlato il Presidente di Banca Carime. La Carime vuole essere la vera banca del Meridione d’Italia, con iniziative che la porteranno sempre più ad essere vicina alle piccole e medie imprese e alle famiglie. Una visita alla Galleria Nazionale di Cosenza ha aperto la giornata di festeggiamenti. Nel Museo di Palazzo Arnone è ospitata la mostra permanente dei quadri e dei cimeli e libri antichi della collezione Banca Carime. E, per l’occasione, la Carime ha donato al Comune di Cosenza 22.000 volumi, che andranno ad arricchire il patrimonio cittadino. Gli ospiti hanno potuto ammirare, in anteprima, l’arazzo di Gerace di Jan Leyniers, prezioso manufatto tessile seicentesco, recentemente restaurato. Le celebrazioni sono continuate nel teatro “Rendano”. Nel corso della manifestazione, per il Premio Calipari, consegnate due borse di studio a due giovani ricercatori meridionali, specializzati in diritto internazionale penale. A chiudere i festeggiamenti, il concerto dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza.

Potrebbero interessarti anche...