Cosenza: ha uno yacht di 20 metri ma non paga le tasse, denunciato imprenditore

I finanzieri del Comando Provinciale di Cosenza hanno scoperto un imprenditore cosentino, che, tra il 2011 e il 2015, ha omesso di dichiarare al fisco redditi per oltre mezzo milione di euro e ha omesso di versare imposte per oltre centomila euro. I finanzieri hanno rilevato che, per alcuni anni, l’uomo ha mantenuto un tenore di vita superiore rispetto ai redditi dichiarati ed hanno avviato una verifica fiscale e accertamenti bancari. L’esame dei flussi finanziari ha consentito di ricostruire l’ammontare dei redditi reali. Ad insospettire i finanzieri e’ stato il rinvenimento, tra la documentazione contabile della societa’, di polizze assicurative, fatture per lavori di riparazione e contratti per l’assegnazione di spazi di ormeggio riferiti ad un’imbarcazione battente bandiera britannica. Si tratta di uno yacht, di lunghezza superiore a venti metri e di valore stimato in seicentomila euro, iscritto nei registri navali inglesi. A conclusione delle indagini, e’ stato proposto il recupero a tassazione delle imposte non versate, per oltre centomila euro, e della tassa da diporto, dovuta per il possesso delle barche superiori a 10 metri. Inoltre l’imprenditore rischia sanzioni fino a centomila euro per non aver dichiarato all’erario la disponibilità dell’imbarcazione di lusso.

Potrebbero interessarti anche...