Cosenza: furto sacrilego in Chiesa, ma il ladro si pente

Mistero risolto per il furto sacrilego che era stato compiuto nella chiesa di San Domenico, a Cosenza. Ignoti avevano rubato, dalla statua della Madonna del Rosario, la preziosa corona d’argento e degli orecchini d’oro. Ma i carabinieri della stazione di Cosenza principale, guidati dal Maresciallo Cosimo Saponangelo, hanno scoperto l’autore del furto. E’ un minorenne, che alla fine si è anche pentito, ha chiesto perdono all’Arcivescovo di Cosenza e ha fatto recuperare la corona, che era stata nascosta in un casolare disabitato, nel centro storico. Si tratta di un manufatto d’argento, realizzato da un cesellatore della scuola napoletana nella prima metà dell’800. La corona è stata danneggiata, nel trafugamento. Sarà adesso restaurata gratuitamente dal gioielliere Giovanbattista Spadafora.

Potrebbero interessarti anche...