Cosenza: furti in uffici e appartamenti, arresti e perquisizioni


La squadra mobile della Questura di Cosenza e i carabinieri hanno eseguito un’operazione, denominata “Predator”, coordinata dalla procura della Repubblica di Cosenza, arrestando 7 persone, accusate di aver compiuto borseggi e anche furti in esercizi commerciali ed uffici pubblici e privati. Gli arrestati sarebbero penetrati, negli ultimi mesi, nell’Ufficio anagrafe del Comune di Cosenza, in alcune scuole, nelle sedi della Cgil e dell’Asp, in abitazioni private e anche in uno dei teatri cittadini, il “Morelli”. Nelle scuole e negli uffici pubblici sono stati rubati, in particolare, computer ed altro materiale informatico. Eseguite molte perquisizioni nel centro storico della città, che hanno portato a scoprire due pistole caricate a salve, una cesoia e un coltello. La microcriminalità, è stato sottolineato dagli inquirenti, non è trascurabile, perchè questi furti possono provocare disagi anche molto gravi.

Potrebbero interessarti anche...