Cosenza: famiglia di romeni per strada, i poliziotti pagano hotel

La notte scorsa, durante alcuni controlli sul territorio, gli agenti delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine della Questura di Cosenza sono stati avvicinati da alcuni giovani che hanno segnalato la presenza di una giovane donna con due bambini, di soli 2 e 3 anni, oltre ad un neonato di 4 mesi, accampati sotto i portici di Via Pasubio, nei pressi della sede dell’ASP. La donna, neanche trentenne, era stata abbandonata dal marito in Romania ed e’ venuta poi in Italia per cercare accoglienza presso alcuni familiari. Ma, dopo neanche una settimana di permanenza, e’ stata allontanata perche’ i suoi parenti non sono in grado di provvedere al suo mantenimento e a quello dei figli. Non conoscendo nessun altro in Italia, la giovane si e’ ritrovata da sola e senza soldi. Non avendo potuto trovare altra sistemazione, aveva quindi deciso di trascorrere la notte per strada, con i suoi tre bambini. La scena che si e’ presentata agli operatori della polizia era particolarmente toccante. Gli agenti hanno preso in braccio i piccoli per tranquillizzarli, e, dopo essersi assicurati del loro stato di salute, hanno cercato una sistemazione per la famigliola. Nel corso della notte sono state contattate varie associazioni e case famiglie, ma con esito negativo. Per permettere di trascorrere la notte al sicuro ed al caldo, i piccoli e la loro mamma sono stati accompagnati in un albergo del centro citta’. E gli agenti hanno pagato di tasca propria il conto. Adesso si cerchera’ una sistemazione idonea per la famigliola. Sottolineiamo il grande cuore degli agenti. Ma ci rammarichiamo che nessuna delle associazioni attive oggi a Cosenza, e che pure ricevono sovvenzioni pubbliche, sia stata in grado di risolvere il problema di questa povera famiglia.

Potrebbero interessarti anche...