Cosenza: arresti per estorsione e traffico d’armi


E’ da marzo che i carabinieri lavoravano a questa inchiesta, denominata “Easy Money” e sviluppatasi tra Cosenza e alcuni centri dell’hinterland. Oggi l’epilogo del non facile lavoro, con l’arresto di 5 persone. Un’altra è destinataria di un obbligo di firma. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di estorsione e di traffico d’armi. In particolare, sarebbe stato a lungo vessato un procacciatore d’affari. Nel corso delle indagini, che si sono avvalse di molte intercettazioni ambientali, è stato sequestrato dello stupefacente, ma soprattutto diversi fucili e pistole. Armi, anche clandestine e pericolose, dotate di puntatori ottici, che si pensa dovessero essere usate per commettere gravi reati. Le indagini continuano per appurare se il gruppo avesse dei contatti con la criminalità organizzata del cosentino.

Potrebbero interessarti anche...