Cosenza: emergenza casa, sgomberato palazzo occupato da abusivi

L’emergenza casa è molto pressante, a Cosenza. Da tempo il comitato Prendo Casa sta occupando diversi alloggi liberi. Oggi le forze dell’ordine hanno circondato un intero palazzo di corso Mazzini, che si affaccia proprio sull’isola pedonale e che ospitava l’Istituto del Sacro Cuore del Verbo Incarnato. Diversi appartamenti dello stabile, dal marzo scorso, sono stati occupati da una decina di famiglie di italiani e di exracomunitari, con molti bambini piccoli. Le forze dell’ordine hanno iniziato lo sgombero dell’edificio, che, nonostante le proteste iniziali, è poi avvenuto senza particolari disordini. Alcuni degli occupanti sono saliti sul tetto del palazzo per manifestare la loro contrarietà a quello che ritengono un vero sopruso. Durante lo sgombero forzato, tutta l’area intorno è stata interdetta al transito. L’Amministrazione comunale di Cosenza ha dato la sua disponibilità momentanea ad ospitare a sue spese le famiglie, in alcune stanze di un albergo cittadino. La polizia e i carabinieri hanno anche, a lungo, presidiato, su viale della Repubblica, un altro grande caseggiato, l’ex convento delle suore Canossiane, che da ottobre scorso è occupato da circa 120 persone, tra cui molti immigrati extraeuropei. Quest’ultimo presidio è stato attuato per evitare che le famiglie fuoriuscite dal palazzo di corso Mazzini potessero andare ad ingrossare le fila di chi vive già nell’ex convento.

Potrebbero interessarti anche...