Cosenza: elezioni e criminalità, conferenza stampa di Franz Caruso


Esordisce così Franz Caruso, noto avvocato penalista di Cosenza, citato nell’ordinanza dell’inchiesta “Acheruntia”, che il 7 luglio scorso ha portato in manette 7 persone, accusate di far parte di un sodalizio criminale legato alla ‘ndrangheta, che avrebbe sostenuto l’ex assessore regionale Michele Trematerra, che risulta indagato. Uno degli arrestati, Angelo Gencarelli, secondo gli inquirenti avrebbe poi sostenuto, alle ultime elezioni regionali, lo stesso Franz Caruso, che non risulta invece indagato. Caruso ha voluto tenere una conferenza stampa nella sede del PSI, alla presenza dei vertici cosentini del partito e di tanti simpatizzanti. E ha detto di aver parlato con i magistrati per dimostrare il suo disappunto per essere finito nelle carte dell’inchiesta e poi dato in pasto alla stampa. Gencarelli, dice Caruso, parlando da garantista, era da tutti considerato persona perbene. Un sostegno, sottolinea Caruso, che alla fine sarebbe anche stato modesto. Caruso sottolinea anche una “strana coincidenza” temporale con l’uscita di un sondaggio che lo vedeva possibile competitor di Mario Occhiuto come sindaco di Cosenza alle prossime elezioni comunali, e che tutta la vicenda è venuta fuori proprio quando doveva essere fatta la nuova giunta regionale. E conclude così.

Potrebbero interessarti anche...